martedì 4 luglio 2017

Le conchiglie di Paul Verlaine


Le conchiglie

Ogni incrostata conchiglia che sta
In quella grotta in cui ci siamo amati
Ha la sua propria particolarità.

Una dell'anima nostra ha la porpora
Che ha succhiato nel sangue ai nostri cuori
Quando io brucio e tu a quel fuoco ardi;

Un'altra imita te nei tuoi languori
E nei pallori tuoi di quando, stanca,
Ce l'hai con me perché ho gli occhi beffardi.

Questa fa specchio a come in te s'avvolge
La grazia del tuo orecchio, un'altra invece
Alla tenera e corta nuca rosa;

Ma una sola, fra tutte, mi sconvolge.

Paul Verlaine


3 commenti:

  1. Un po di poesia cosi ogni tanto ci vuole fa bene allo spirito

    RispondiElimina
  2. La poesia è l'arte della fantasia fatta parole e Verlaine è un poeta da leggere.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
  3. Cara Vincenzo, veramente bella questa poesia grazie di averla condivisa.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.