martedì 3 ottobre 2017

Las Vegas, strage al concerto country

Las Vegas Strip shooting

Articolo da Fanpage.it

E' di almeno 59 morti e 527 feriti il bilancio della strage di Las Vegas, avvenuta ai piedi del Mandala Bay Casino, uno dei luoghi del divertimento della città del Nevada. A premere il grilletto su una folla di 40mila persone che partecipavano a un concerto del Route 91 Harvest Festival, rassegna di musica country, è stato Stephen Paddock, un pensionato americano di 64 anni salito fino al 32esimo piano dell'edificio con un vero e proprio arsenale di armi da fuoco e da quell'altezza determinato a causare il più alto numero di morti possibile: "missione compiuta", se si considera che la carneficina è la più grave della storia statunitense causata dall'uso di armi da fuoco. Basti pensare che secondo alcuni media, che citano esperti di armi, Paddock avrebbe utilizzato un "grilletto a manovella per aumentare il numero di colpi esplosi. Un marchingegno del genere – spiegano – è facilmente acquistabile online e permette di sparare circa 700 colpi al minuto, dunque oltre dieci al secondo".

Stephen Paddock alloggiava al Mandala Bay Casino da tre giorni: nella sua stanza aveva portato 23 armi da fuoco e centinaia di munizioni. Aveva dunque premeditato la strage, che ha commesso rompendo le finestre della camera, sistemando i fucili su degli appositi cavalletti e poi aprendo il fuoco sulla folla per rivolgere infine l'arma verse se stesso, onde evitare di farsi catturare ancora vivo dalla polizia. L'Isis ha rivendicato il gesto ma l'Fbi ha insistito nell'affermare che non esistono collegamenti fra il killer e il terrorismo. Perquisendo l'auto di Paddock, le forze dell'ordine hanno trovato anche nitrato d'ammonio, composto chimico utilizzato per produrre esplosivo. In casa dell'attentatore, invece, sono state trovate altre 19 armi da fuoco, migliaia di munizioni ed esplosivi.

Continua la lettura su Fanpage.it


Fonte: Fanpage.it


Autore: 
Davide Falcioni


Licenza: Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.

Articolo tratto interamente da Fanpage.it 


Photo credit Puskechina (Own work) [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons


6 commenti:

  1. Caro Vincenzo, questa notizia sta dilagando in tutte le TV e ti confesso che da veramente preoccupazione,in tutto il mondo.
    Ciao e buon inizio della settimana con un abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Pensare che potremmo essere tutti in balìa di qualche pazzo armato fa rabbrividire...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Negli Stati Uniti girano troppe armi liberamente.

      Elimina
  3. Non ho sentito la notizia, ma rimango sempre molto turbata da simile cattiveria. Per le vittime non mi resta che dire R.I.P.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erano persone inermi a un concerto, non ci sono parole per descrivere lo sgomento a simili atrocità.

      Elimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.