martedì 14 marzo 2017

Aggredito per aver difeso il compagno di squadra dagli insulti razzisti


Articolo da La Stampa

E’ ricoverato al San Giovanni Bosco Gianluca Cigna, il capitano della squadra del Villaretto, che milita nel campionato di 3ª categoria: domenica pomeriggio è stato aggredito da alcune persone dopo la partita contro la Mappanese. Tutto ha avuto origine durante il match, quando alcuni giocatori della Mappanese avrebbero insultato un giocatore africano del Villaretto. Il condizionale è al momento doveroso, perché si sta cercando di ricostruire con esattezza che cosa abbia davvero portato a questo gesto di violenza fuori dal campo. Cigna avrebbe difeso il ragazzo di colore dagli insulti, e per questo sarebbe stato poi aggredito nel parcheggio esterno dell’impianto sportivo in via Petrella, a Torino, dove il Villaretto gioca le partite casalinghe.

Racconta Moundiaye Mbaie, senegalese di 28 anni, attaccante da quattro stagioni nel Villaretto, in tandem con Cigna: «Quando ho sentito quelle parole “ma vaff.. negro di m...”, ci sono rimasto molto male. Ma mi ha colpito soprattutto il fatto che l'arbitro ha sentito tutto e non ha fatto nulla; oltrettutto è una persona di colore come me. È un insulto pesante e razzista, chi lo ha pronunciato doveva essere espulso». E la reazione di Cigna? «Lui è il mio capitano, quando ha sentito quegli insulti mi ha difeso – prosegue Mbaie -. Io avevo commesso un fallo, sono saltato insieme a un mio avversario con i gomiti larghi e l'arbitro mi ha rifilato il secondo giallo». Moundiaje Mbaie è in Italia da una decina di anni e lavora come operaio metalmeccanico. «Non è la prima volta che succede, ogni tanto sento qualcuno che mi insulta per il colore della pelle: stai male, ti senti uno schifo, ma che ci posso fare?».

Continua la lettura su La Stampa


Fonte: La Stampa

Autore: P
aolo Accossato - Gianni Giacomino


Licenza: Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.


Articolo tratto interamente da 
La Stampa



2 commenti:

  1. Ho letto la notizia questa mattina.
    Vergognoso.

    RispondiElimina
  2. Ho sentito anch'io questa notizia in tele, prima di andare al lavoro. Mi pare che il ragazzo rischia anche di avere seri problemi alla vista. E sempre mi chiedo perchè debbano succedere queste cose . Basterebbe usare un pò di buon senso. Un saluto

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.