sabato 26 aprile 2014

Brasile: approvata la carta dei diritti del web

Marcocivilcamara

Articolo da Internazionale

In Brasile il parlamento ha approvato una legge per proteggere la privacy su internet e garantire a tutti i cittadini l’accesso alla rete. La presidente Dilma Rousseff ha firmato la cosiddetta costituzione di internet il 23 aprile, prima di parlare di neutralità della rete e protezione dei diritti umani durante una conferenza a São Paulo.

“Internet come la vogliamo è possibile solo in un’atmosfera di rispetto e protezione dei diritti umani”, ha dichiarato Rousseff in un comunicato. “L’approvazione di questa legge è un passo fondamentale per garantire la libertà, la privacy e il rispetto dei diritti degli utenti di internet. La legge garantisce la neutralità della rete, che è fondamentale per mantenere la natura libera e aperta della rete”, ha detto Rousseff.

La legge chiamata Marco civil da internet prevede un limite al numero di dati e metadati che possono essere raccolti e catalogati da parte delle aziende tecnologiche. In caso di violazione, le aziende possono essere portate in tribunale. I tribunali brasiliano possono ordinare alle aziende di cancellare e rimuovere certi dati degli utenti. La legge vieta, inoltre, di far pagare prezzi troppo alti per le applicazioni.

Continua la lettura su Internazionale


Fonte: Internazionale


Autore: redazione Internazionale

Licenza: Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Unported.


Articolo tratto interamente da Internazionale

Photo credit Gustavo Lima/Câmara dos Deputados [CC-BY-3.0], via Wikimedia Commons

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.