giovedì 13 giugno 2013

Ho pena delle stelle di Fernando Pessoa


Ho pena delle stelle

Ho pena delle stelle
che brillano da tanto tempo,
da tanto tempo...
Ho pena delle stelle.

Non ci sarà una stanchezza
delle cose,
di tutte le cose,
come delle gambe o di un braccio?

Una stanchezza di esistere,
di essere,
solo di essere,
l’essere triste lume o un sorriso...

Non ci sarà dunque,
per le cose che sono,
non la morte, bensì
un’altra specie di fine,
o una grande ragione:
qualcosa così, come un perdono?

Fernando Pessoa

 

2 commenti:

  1. Ciao, è una poesia bellissima, qualche tempo fa l'ho pubblicata anch'io sul mio blog.
    Antonella

    RispondiElimina
  2. Il pessimismo di Pessoa, sempre espresso in versi fini, profondi e colti.

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.